Questo sito utilizza solo cookies tecnici di prima parte. Continuando a utilizzare il sito acconsenti all'uso dei cookies.  Maggiori informazioni


#Tecnologia_Scuola_Riflessioni

Leonardo Di Filippo

E si continua a cercare nelle vecchie cose. Questo funziona ancora!

Anni 90' Non è proprio un navigatore, piuttosto un localizzatore GPS. È contemporaneamente uno dei miei acquisti più inutili e più utili. Più inutili perché non l'ho mai usato per nulla di pratico, solo una volta per misurare la velocità di un piccolo motoscafo che avevo all'epoca. Non sono tipo da escursione e anche con la barchetta che dicevo, bazzicavo solo gli immediati dintorni di Salerno. In auto poco utile, dava la direzione in linea d'aria e quindi non era il caso .... Ma è anche stato un acquisto utile, per le emozioni che provo ogni volta che ho una tecnologia assolutamente nuova tra le mani.

E oggi riaccendendolo dopo un paio di decenni le ho rivissute. Intense, non come con lo smartphone di oggi, dove puoi solo abilitare o meno 'info posizione'. No, lui invece inizia a cercare i satelliti GPS e quando ne aggancia uno, mostra sulla mappa della volta celeste un puntino associato ad altre informazioni. Ne deve agganciare almeno tre. Dentro casa non riceveva neppure un satellite. L'ho posato sulla sedia fuori al balcone. Dopo 10 minuti ne aveva rilevato uno soltanto. Il cursore era sugli Usa. Per aiutarlo un po', l'ho spostato sull'Italia. Dopo pochi minuti ha agganciato il terzo e mi ha localizzato. Sembra funzionare tutto, a parte il fatto che non riesco a convincerlo che non siamo nell'ottobre 2001 (per ora, ma vi tengo aggiornati).


Al momento non gestisco i commenti sul sito. Se vuoi commentare un mio articolo, puoi farlo sulla pagina facebook www.facebook.com/TecnologiaScuolaRiflessioni


Passa alla modalità desktopPassa alla modalità mobile